Galateo? Basta un po’ di buon gusto

Impararlo è semplicissimo, grazie a tanta curiosità, frequentazioni giuste e intelligenza. Quante volte in situazioni importanti cerchiamo di dare il meglio di noi, ci impegniamo, ci “conteniamo”; questa è sicuramente una grande parte del galateo moderno. C’è poi tutta quella serie di nozioni che io definirei obsolete, perchè fondamentalmente, per il buon gusto non esiste una scuola se non quella della vita

C’è un confine sottilissimo fra educazione e gentilezza. Educato è colui che non teme, colui che sa quando e perchè, gentile è colui che partendo da una base di educazione amplifica positivamente ogni suo modo, modi e maniere quindi, non solo educate ma anche gentili. Non fermarsi ad un grazie, al porgere una mano, ad aprire una porta, un sorriso, uno sguardo daranno certamente un calore … ops … valore aggiunto.

Le parolacce… per carità… tanto quanto il linguaggio scurrile o alla “moda”…

Pensare che esprimersi in modo corretto a volte vale quasi quanto un dono.

Sappiate che non è una ricchezza vantare di ricchezza, sfoggi , vanti, titoli, fortune… meglio utilizzarli con assoluta parsimonia.

La buona educazione è fatta di elasticità, non ferire, non offendere, anche nell’ospitalità, avendo come concetto ben chiaro che il valore non è fatto di oggetti, ma è qualcosa che va al di là di quello che si può comprare. É a mio avviso quello che si può raggiungere in noi.

Il buongusto era andato un po’ in letargo così come il rispetto, la cortesia e il riguardo. Oggi fortunatamente siamo convinti che sia vincente il business etiquette cercando di essere ben disposti verso gli altri.

Concentrarsi sugli altri non solo su noi stessi è molto più che avere un buon carattere cercando di rispettare le diversità con un buon grado di pazienza e comprensione. Ci sono persone che sanno muoversi, esprimersi, comunicare meglio di altre ma altri che non possiedono queste caratteristiche potranno comunque apprenderle anche perchè l’eleganza è sobrietà e coerenza, non è mielosa, ne sdolcinata. L’eleganza è essenzialmente essere se stessi.

Mariagrazia Picchi
Mariagrazia Picchi
Articoli: 14